Rimborso iva

Rimborso Iva fino a 30 mila euro libero

Gli imprenditori che chiudono la dichiarazione Iva annuale con un credito possono, in alternativa alla detrazione o alla compensazione, possono chiederlo a rimborso senza garanzie fino a 30 mila euro.

I rimborsi (previsti nell’articolo 30 del DPR 633/1972) sono eseguiti, su richiesta fatta in sede di dichiarazione annuale, entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione Iva. Sulle somme rimborsate si applicano gli interessi in ragione del 2% annuo, con decorrenza dal 90° giorno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione, non computando il periodo intercorrente tra la data di notifica della richiesta di documenti e la data della loro consegna, quando superi quindici giorni. La richiesta di rimborso del credito, emergente dalla Dichiarazione annuale IVA/2019 per l’anno 2018 – da presentare a partire dal 1° febbraio 2019 – è disciplinata dall’art. 38-bis del D.P.R. 633/1972, che risulta modificata dalle disposizioni contenute nel Decreto Fiscale (D.L. 193/2016, convertito nella L. 225/2016), con il raddoppio del precedente limite salito da 15.000 a 30.000 euro, riguardante esclusivamente la richiesta di rimborso del credito Iva.

Rimborsi di importo fino a 30.000 euro

Per queste tipologie di rimborso non sono previsti particolari adempimenti, se non la compilazione dei relativi dati contenuti nel quadro VX del modello di dichiarazione annuale Iva, oltre alla sottoscrizione dell’attestazione di non essere società di comodo (per le società), accompagnato dall’atto notorio. L’Agenzia delle entrate, con riferimento al calcolo della soglia (al tempo del chiarimento pari a 15.000 euro, ma ora di 30.000 euro) ha precisato che tale limite è da intendersi riferito non alla singola richiesta, ma alla somma delle richieste di rimborso effettuate per l’intero periodo d’imposta.

Rimborsi di importo superiore a 30.000 euro (senza obbligo di garanzia)

Per il rimborso di crediti Iva eccedenti l’importo di 30.000 euro, il contribuente può evitare di presentare apposita garanzia se:

➢ fa apporre il visto di conformità (o la sottoscrizione alternativa) nel frontespizio della Dichiarazione Iva annuale;

➢ attesta, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà da rendere nell’apposito riquadro presente nella Dichiarazione Iva, l’esistenza di determinati requisiti (dichiarazione, debitamente sottoscritta dal contribuente, copia del documento di identità dello stesso, vanno conservati da chi invia la dichiarazione ed esibite a richiesta dell’Agenzia delle entrate).

Oltre ad apporre il visto di conformità (o sottoscrizione alternativa da parte dell’organo di controllo), il contribuente deve compilare la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per attestare la sussistenza dei seguenti tre requisiti:

  1. a) requisito di solidità patrimoniale: che il patrimonio netto non è diminuito, rispetto alle risultanze dell’ultimo periodo di imposta, di oltre il 40%; la consistenza degli immobili del 11/2/2019  iscritti non si è ridotta, rispetto alle risultanze dell’ultimo periodo di imposta, di oltre il 40% per cessioni non effettuate nella normale gestione dell’attività esercitata; l’attività stessa non è cessata né si è ridotta per effetto di cessioni di aziende o rami di aziende compresi nelle suddette risultanze contabili;
  2. b) requisito di continuità aziendale: che non risultano cedute, se la richiesta di rimborso è presentata da società di capitali non quotate nei mercati regolamentati, nell’anno precedente la richiesta, azioni o quote della società stessa per un ammontare superiore al 50% del capitale sociale. Secondo la circolare n. 31/2014, ai fini del computo dell’anno precedente deve farsi riferimento alla data di richiesta del rimborso;
  3. c) requisito di regolarità contributiva: che sono stati eseguiti i versamenti dei contributi previdenziali e assicurativi.

Rimborsi di importo superiore a 30.000 euro (obbligo di garanzia)

In determinate situazioni considerate a rischio, di seguito elencate, il rimborso di crediti Iva di importo superiore a 30.000 euro va necessariamente eseguito previa presentazione della garanzia. Il comma 4 del citato art. 38-bis, prevede l’obbligo di prestare apposita garanzia da parte dei soggetti “a rischio”, ossia sussistendo le seguenti situazioni:

  1. a) esercizio dell’attività d’impresa da meno di due anni (escluse le start up di cui all’art. 25 del D.L. n. 179/2012 ed i lavoratori autonomi). L’Agenzia delle Entrate chiarisce che per individuare il periodo di 2 anni rileva l’effettivo esercizio dell’attività e pertanto non va fatto riferimento alla data di apertura della partita Iva; inoltre, il termine va riferito ai due anni precedenti la data di richiesta del rimborso: ad esempio, in presenza di una richiesta di rimborso presentata l’11.2.2018, non è necessario prestare alcuna garanzia qualora l’attività d’impresa sia iniziata prima del 12.2.2016;
  2. b) notifica nei due anni antecedenti la richiesta di rimborso, di avvisi di accertamento/rettifica da cui risulti, per ciascun anno, una differenza tra importi accertati e importi dovuti (o di crediti dichiarati) superiore al:

➢ 10% degli importi dichiarati se questi non superano € 150.000,00;

➢ 5% degli importi dichiarati se questi superano € 150.000,00 ma non superano € 1.500.000,00;

➢ 1% degli importi dichiarati, o comunque a € 150.000,00 se gli importi dichiarati superano € 1.500.000,00;

  1. c) dichiarazione o istanza priva del visto di conformità o della sottoscrizione alternativa o non presentano la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà;
  2. d) la richiesta di rimborso dall’eccedenza detraibile risultante all’atto della cessazione dell’attività.

No Comments

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi